Home News Albo OnLine Trasparenza Professionisti Informazioni Utili Contatti Uffici e Servizi
lunedì 25 maggio 2020   -  Accesskey (ALT+A)

Alto Contrasto (ALT+T)
Modulistica (download)
IL COMUNE
 Uffici e responsabili
 Il Segretario
 U.R.P.
 Statuto
 Regolamenti Comunali
 Come raggiungerci (mappa)
Sportello Unico AttivitEProduttive
L'AMMINISTRAZIONE
 Il Sindaco
   scrivi al Sindaco
 La Giunta
 Il Consiglio Comunale
   diretta web streaming
Attività del Consiglio
e delle Commissioni
(Art. 21 Bis, L.R. 30/2000
e successive modifiche)
Albo Pretorio Online
ATTI AMMINISTRATIVI
Archivio Storico atti
 Delibere di Giunta
 Delibere di Consiglio
 Determine Sindacali
 Determine del Segretario
 Determine Dirigenziali
 Ordinanze Sindacali
 Ordinanze di Polizia Municipale
Estratto Atti
Pubblicità Notizia
(Art. 18, L.R. 22/2008
e successive modifiche)
Estratto
Delibera di Consiglio
ALTRI ATTI
 Bandi di Gara
 Verbali di Gara
 Bandi di Concorso
 Bandi Reg. Ufficio di Bruxelles
 P.A.E.S. San Filippo del Mela
Modulistica (download)
Cambio di Residenza - LA PROCEDURA
Comitato Unico di Garanzia
MAPPA DEL TERRITORIO
Convenzione Edipower
Gemellaggio
Le Chiese e i Monumenti
pagina  << 1  2  3  4 >>
Santa Maria della Catena.

Nella frazione Archi, è ancora visibile l'antica chiesetta di Santa Maria della Catena (1625), un tempo dedicata alla Madonna dell'Arco.

L'edificio, ormai in rovina, si trova sotto il livello della Strada Statale, proprio nel punto dove, dal 1838 alla caduta del regno borbonico, funzionò una stazione di pedaggio, regolata da una grande catena. All'inizio degli anni ‘60 del secolo scorso, nelle immediate vicinanze è stato costruito un nuovo edificio sacro sotto lo stesso titolo, a servizio della nuova parrocchia.
Chiese di Olivarella, Corriolo e Cattafi

Di recente costruzione sono anche le chiese parrocchiali dell'Immacolata ad Olivarella, del Sacro Cuore a Corriolo e dell'Addolorata a Cattafi.
Olivarella

Nei pressi della frazione Olivarella, si incontrano le mura di cinta e il bel portale d'ingresso dell'antico feudo di Belvedere (XV sec.), una masseria fortificata caratterizzata da un ampio cortile, all'interno del quale si affacciano la residenza padronale, gli alloggi riservati ai coloni, i magazzini, il palmento, il pozzo con relativo lavatoio e la chiesetta della Santissima Trinità, nella quale si trovano due piccole lapidi: la prima, collocata sulla parete di destra, ricorda il Conte Giovan Battista Di Giovanni Ardoino, ultimo signore del feudo; l'altra è legata alla sepoltura di Mons. Antonio Ura, abate luciese dal 1732 al 1735, morto a Belvedere mentre era in viaggio da Milazzo verso Santa Lucia.

Nel suggestivo baglio, si ha l'impressione che la semplice e laboriosa vita rurale di un tempo continui a pulsare con i suoi ritmi quotidiani.

Altri insediamenti rurali fortificati simili si trovano a poca distanza da Belvedere e sono la Masseria Faraone, nei pressi di Olivarella, nel territorio di Milazzo e la Masseria Pancaldo accanto al Floripotema, in territorio di Santa Lucia del Mela.
pagina  << 1  2  3  4 >>
Amministrazione Trasparente
Amministrazione Trasparente
CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA
Indice iPA - Servizio di Fatturazione Elettronica
Pago PA
Gemellaggio
E-MAIL UFFICIALI
 Posta Certificata
 protocollo@
 pec.comune.sanfilippodelmela.me.it
 Posta Normale
 protocollo@
 comune.sanfilippodelmela.me.it
 Ufficio Servizi Demografici
 elettorale-statistica@
 pec.comune.sanfilippodelmela.me.it
Avvisi e Comunicazioni
Eventi Pubblica Amministrazione
SCHEDA INFORMATIVA sui Rischi di Incidente Rilevante
LA CITTA'
 Come raggiungerci
 Meteo
 Album Fotografico
 Storia
 Chiese e Monumenti
 Manifestazioni
 Scuole
 Associazioni
 Biblioteca
NEWS
 Archivio News
 Rassegna Stampa
LINK UTILI
Protezione Civile - in Famiglia
Sistema di Informazione Telefonica di Emergenza
  Comune di San Filippo del Mela
  Via Francesco Crispi, 16 - 98044 - Messina - Tel. (+39)0909391811 Fax (+39)0909391847
Albo On-LineInformazioni UtiliPrivacyNote LegaliCookiesContattiArea riservata